Skip to content

Miglior mouse: come e quale scegliere

Il mouse è uno strumento che nasce come necessario per l’utilizzo dei PC, con il tempo, parlando di portatili, la sua importanza è stata messa in secondo piano dall’utente medio, che ha iniziato ad utilizzare i pad a tempo pieno. Il mouse resta però indispensabile per molte persone: la sua comodità è infatti indiscutibile!

come scegliere un mouse

Utilizzo

Questo accessorio che ricorda tanto un piccolo topo, può essere utile in diversi modi e per diversi motivi. C’è chi, semplicemente, non riesce a farne a meno anche se non utilizza il PC per particolari scopi.

C’è poi chi ha bisogno di un buon Mouse perchè, a causa del lavoro che svolge, utilizza programmi specifici (di architettura o grafica, per esempio) che ne richiedano necessariamente l’utilizzo.

Per non parlare di chi vuole costruire un completo PC per Gaming: sappiamo tutti che per i giochi single player più famosi c’è bisogno di una perfetta unione di mouse e tastiera! Clica qui per saperne di più sui perfetti mouse per Gaming.

E infine, ci sono mouse perfetti per chi viaggia di continuo: magari più piccoli, magari wireless, per riuscire a lavorare al meglio anche fuori casa.

Wireless o con Cavo?

Ma parliamo meglio delle differenze tra le due maggiori tipologie di mouse. Molti potrebbero chiedersi:”Meglio comprare un mouse con Cavo o wireless?”

  • Partiamo dai classici, con cavo. Questa tipologia di Mouse è ancora la più utilizzata, soprattutto per i desktop PC, ed è consigliata per i Gamers, in quanto solitamente il tempo di risposta è minore rispetto ai Wireless; in più questi ultimi consumano spesso molta batteria, perciò i mouse con cavo sono consigliati anche a coloro che possiedono un portatile.
  • I wireless potrebbero risultare più comodi per chi viaggia: sono solitamente più piccoli, più semplici da portare, e si evita così di ingobrare più spazio del dovuto a causa del filo. Ma ce ne sono di diverso tipo: con tecnologia bluetooth, ad infrarossi e wi-fi (wireless a 2.4GHz). I mouse di questo possono essere alimentati con batterie semplici o ricaricabili (tramite corrente).

Per utilizzare un mouse con tecnologia Bluetooth basta che il dispositivo a cui va collegato includa il Bluetooth; mentre un mouse a infrarossi per procedere allo scambio deve essere collegato e affiancato al dispositivo, per far sì che si rilevino l' un l’altro. Infine i mouse wireless dispongono un ricevitore, che tramite una porta (USB) va collegato al dispositivo con il quale intendiamo utilizzare il mouse.

Dimensioni e Peso

Dimensioni e Peso del mouse sono due caratteristiche importanti che tengono conto soprattutto delle esigenze del singolo. Le dimensioni sono importanti soprattutto per i viaggiatori, ma sono anche alla base della facilità di utilizzo dell’apparecchio stesso.

Il peso influisce sulla precisione e sulle prestazioni generali del mouse. Le differenze sostanzali riguardano quindi la velocità, caratteristica dei mouse più leggeri, e la precisione, caratteristica dei mouse dal peso maggiore.

Forma ed ergonomia

I mouse presentano diverse forme e impugnature. Ciò incide molto sulla scelta, che dipende dalla possibilità per i mancini di utilizzare un certo mouse, o dalla comodità di acquirenti più esigenti come i gamers. Ma quali sono le principali alternative?

  • Palm Grip: mouse dall’impugnatura classica, sulla superficie del quale è possibile appoggiare l’intero palmo della mano.
  • Claw Grip: mouse con impugnatura che porta il palmo della mano a poggiarsi solo sulla parte posteriore, utilizzando solo le dita (presa ad artiglio).
  • Fingertip Grip: con questo mouse solo la parte finale delle dita riesce a toccare i tasti, e la mano resta sospesa.
  • Ergonomici: mouse dalla forma molto particolare, studiati per non stancare il braccio; possono avere presa laterale, per esempio, e spesso dispongono di una “trackball”, che può far spostare il puntatore senza il bisogno di muovere il mouse. Ovviamente vanno testati, per trovare la propria comodità.
  • Per mancini: alcuni mouse sono adatti esclusivamente alla mano destra, perciò se sei mancino e vuoi comprarne uno, assicurati che la forma sia adatta alla mano sinistra, o cercane uno dalla forma specifica.

Come scegliere un buon mouse

DPI (Risoluzione)

La risoluzione del mouse su basa sul numero di pixel che impiega il puntatore per spostarsi. La risoluzione è detta quindi anche DPI (punti per pollice). Più alto è il DPI , più sensibile e reattivo è il mouse.

Molti mouse permettono di regolare la risoluzione da utilizzare. La risoluzione è una caratteristica importante se il tuo monitor presenta una risoluzione molto alta, ma generalmente è più importante la reale precisione del mouse, relativa al sensore.

Numero dei tasti

I mouse dispongono di alcuni tasti principali: i clic e la rotellina; talvolta sono presenti anche più tasti, sul lato del mouse con funzioni da poter stabilire. Sui mouse da gaming invece è possibile trovare più di 5 tasti da personalizzare per il gioco.

Alcuni mouse, più particolari, presentano un sistema di scrolling: oltre alla rotella di scorrimento, è possibile trovarne altre con sensore dedicato.

Il sensore

Il sensore del mouse è alla base della sua precisione nel movimento, perciò è una delle caratterestiche più importanti, a prescindere dall’acquirente. Ce ne sono di diversi tipi sul mercato:

  • Ottico (LED): molto precisi e reattivi, ma soono problematici su alcune superfici.
  • Laser: funzionano su tutte le superfici e di solito sono più precisi dei mouse ottici, sebbene più suscettibili alla polvere.

Guida all'acquisto del mouse

Prezzo

I prezzi dei mouse variano in base alle caratteristiche e ad usi specifici. Il mouse più semplice con cavo potrebbe costare anche intorno agli 8€ (fino ad arrivare a 15€, puntando su qualcosa di economico), mentre i wireless vanno da 10€ circa fino ad arrivare anche ai 70€.

Se parliamo di dispositivi più complessi come mouse per Gamers di buon livello e con l’aggiunta di molti tasti extra, parliamo di una fascia che varia dai 50€ ma che può arrivare anche oltre i 100€.

Così anche per i mouse ergonomici, fingertip o claw grip. Insomma tutto dipende dal budget e dall’uso specifico: ci sono mouse economici, di fascia media, fino ai più costosi e professionali.

Marchio

Ovviamente sui prezzi incide molto anche il marchio. Le marche migliori produttrici di Mouse sono Logitech, che ne produce di diverso genere (varia ampiamente nella fascia di prezzo; molti sono indirizzati ai gamers).

Altri mouse da Gaming sono prodotti da Corsair, Razer o Creative. Più in generale, anche marche come HP, Asus, Microsoft e Apple vendono ormai mouse di diverso genere e fascia di prezzo.

Altri parametri da considerare

Hz

In Hz si misura la frequenza con cui il mouse trasmette i suoi movimente e posizione al sistema operativo. Ovviamente è opportuno che la frequenza sia abbastanza alta, altrimenti il mouse risulterà lento.

Accelerazione

L’accelerazione è la velocità che può raggiungere il cursore in relazione alla velocità con la quale viene mosso il mouse stesso. E’ un parametro importante soprattutto se stai progettando di creare il tuo perfetto PC Gaming.